66a Mostra del cinema di Venezia

venezia-cinema.jpgPiccola selezione di miei post sulla 66a Mostra del cinema di Venezi.

La mostra diretta da Marco Müller avrà quest’anno come madrina Maria Grazia Cucinotta e, tra le star internazionali che calcheranno la passerella del Lido, vi saranno Nicolas Cage (Bad Lieutenant: Port of Call New Orleans), George Clooney (The Men Who Stare at Goats), Oliver Stone (South of the Border), Sylvester Stallone e la bella Charlize Theron (The Road).

http://virgiliovenezia.myblog.it/archive/2009/09/02/66a-mostra-del-cinema-di-venezia.html

Domenica, in contemporanea con la Regata Storica, al Lido è stato consegnato il Leone d’oro alla carriera ai creativi della Pixar e, difronte al palazzo del cinema, è stata allestita un’area Disney-Pixar con animazione per i più piccoli.

http://www.venezia041.com/leone-oro-lasseter.htm
http://virgiliovenezia.myblog.it/archive/2009/09/07/un-giorno-con-disney-pixar.html

Lo spazio bianco

Un convinto applauso ha accolto la proiezione per la stampa di Lo spazio bianco, di Francesca Comencini, con Margherita Buy.
Il film, in concorso alla 66° Mostra del Cinema di Venezia, è tratto da un romanzo di Valeria Parrella e racconta con efficacia la storia di Maria una mamma ormai 40enne che partorisce una bimba, Irene, al sesto mese.

http://virgiliovenezia.myblog.it/archive/2009/09/09/lo-spazio-bianco.html

Indiscrezioni – Foto di Giuseppe Tornatore

Indiscrezioni” è il titolo della rassegna che nasce dalla lunga e preziosa collaborazione che si è instaurata tra Giuseppe Tornatore e il MNAF-Museo Nazionale Alinari della Fotografia a partire dalla suggestiva ideazione scenografica della mostra celebrativa dei 150 anni di Alinari nel 2003 a Palazzo Strozzi.

Gli zombie al lido

In questi giorni alla mostra del cinema di mostri se ne sono visti molti, anche in passerella.

La vittoria di Lebanon
Lebanon ha vinto la 66a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

La giuria del concorso, presieduta da Ang Lee, ha premiato il film diretto dall’esordiente regista israeliano Samuel Maoz.