Google, eBook e ricordi

Inizio il post di questa settimana riportando una notizia che personalmente trovo molto interessante.

Nel mese si Febbraio 2011, negli Stati Uniti la vendita di ebook è stata il 202% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Attualmente nel mercato americano gli eBook sono il prodotto editoriale più venduto.

La questione mi interessa molto perchè io amo molto i libri, ma questo oggetto-feticcio ha 2 controindicazioni, occupano un sacco di spazio e basta fare un salto a casa mia per rendersene conto, la carta su cui sono stampati richiede l’abbattimento di molti alberi e non sempre, diciamocelo, ne vale la pena.

L’eBook è molto comodo, ecologico, si risparmia spazio, tempo, spese di trasporto, ecc. È davvero un prodotto intelligente. Inoltre vuoi mettere la comodità di portare in tasca tutta la tua libreria!

Io mi interesso di vari aspetti del web, ma quello a cui tengo di più sono i contenuti, quindi mi interessano anche altri canali di distribuzione oltre al sito web, e l’ebook è tra i più interessati.

A gennaio di quest’anno è uscito il mio primo eBook “Guadagnare con i Nomi a Dominio” e quindi è ovvio che guardi con grande interesse a questo settore e che mi faccia piacere assistere alla sua costante crescita.

Ma non mi interessano solo gli eBook, sono molto interessato anche agli audiolibri e a ogni altra tipologia di contenuto veicolabile in rete. Anni fa ho aperto il sito Audiolibri.info e di recente sto collaborando con un editore specializzato, in qualità di affiliate manager.

Tornando per un attimo agli eBook, e in particolare al mio :p, ho scoperto con piacere che dopo essere stato messo in vendita sul sito dell’editore e su Biblet Store, Bol, IBS e tanti altri, è ora disponibile anche su Amazon, leader del settore, in versione ottimizzata per Kindle, ebook reader che ho recentemente acquistato e di cui non posso che apprezzare la grande qualità.

Cambiando discorso riporto due notizie che provengono da Google.
Molto presto Google Video, diventato un po’ un doppione, dopo che Google acquistà YouTube, cambierà faccia. Già ora Google Video ha smesso di accettare caricamenti di filmati, ma presto rimuoverà quelli già caricati. Google ha mandato a tutti gli iscritti al servizio una mail di avviso dicendo che intende specializzare Google Video nel cercare video hostati su più siti e, naturalmente YouTube come sito in cui invece caricarli.

A partire dal 29 aprile 2011, non sarà quindi più possibile riprodurre i video che sono stati caricati su Google Video, se avevate caricato dei video su questa piattaforma e volete recuperarli Google ha aggiunto il pulsante “Scarica” alla pagina Stato del video in modo da consentirvi di scaricare gli eventuali contenuti video che volete salvare, per ricaricarli poi su YouTube o dove preferite. Attenzione la funzione di download verrà disattivata dopo il 13 maggio 2011.

Altra notizia dal mondo Google, riguarda stavolta AdSense, il celebre strumento con cui moltissimi webmaster guadagnano da pochi euro a diverse migliaia di euro al mese.
Una delle tipologie di siti che negli anni passati funzionava decisamente bene con AdSense era quella dei giochi gratis in Flash. Ora le cose sono cambiate e Google ha fatto sapere che presto questa tipologia di siti e, più in generale, quelli che propongono contenuti flash affiancati agli annunci AdSense non sono più graditi e rischiano, se non si adeguano, eliminando gli annunci o allontanandoli dalle animazioni, l’allontanamento (leggasi ban) dal programma.

I fatti miei

Ogni tanto fare un po’ di pulizia è salutare, in questi giorni ho buttato via un sacco di roba, soprattutto vecchi libri, appunti, scatole di componenti hardware, ho fatto un po’ di spazio in casa e mi sento meglio, come se mi fossi schiarito le idee, ma la cosa più importante è che ho ritrovato cose dimenticate. Qualche vecchia foto e cartoline di epoche ormai lontane in cui l’email non esisteva.
Poi, per tornare un attimo all’angolo nostalgia del precedente post, ho trovato dei manuali del mio primo pc portatile, un Amstrad Ppc 640 e della mia prima stampante della Commodore, usata originariamente in accoppiata col mio fedele Commodore 64.

Ho fatto una scansione che vi propongo sotto, perchè son cose che meritano :D

Alla prossima!