A volte ritornano

A volte ritornanoCiao a tutti, oggi ho deciso che cercherà di aggiornare più spesso questo blog, inizialmente almeno una volta a settimana, presumibilmente nei weekend, poi si vedrà.

Cercherà ogni settimana di riassumervi molto brevemente alcune di quelle che secondo me sono le notizie più interessanti sull’informatica, la tecnologia e naturalmente il web, ma non solo. Inoltre, visto che questo è un blog personale, vi racconterà un po’ di fatti miei, oltre a commentare le news suddette. Scriverà di cosa mi sto occupando lavorativamente e anche, perchè no, cosa faccio nel (poco) tempo libero.

Ad esempio, domani, alle 17:00 presso la sede dell’Università di Ca’ Foscari a Venezia, in cui mi sono laureato nel 2002, me ne vado ad un concerto Pro Giappone. Si tratta di un concerto de “La mente di Tetsuya” (lamenteditetsuya.com) band specializzata nel riproporre alcune delle più mitiche sigle dei cartoni animati anni ’70, ’80 e ’90.

Restando nell’angolo nostalgia, ma virando da musica e tv verso l’informatica, arriviamo alla prima news che questa settimana ho selezionato per voi e che poi, oltre al fatto che cercherà di aggiornare più spesso il blog, da il titolo a questo post.

Il ritorno del Commodore 64

Il Comodore 64 è stato il mio primo computer, ero alle elementari e come me molti di quella generazione (io sono nato nel 1977) si sono avvicinati all’informatica su questo pc con sistema operativo Basic, o sui suoi fratelli come il Vic-20 e il Commodore 128.

Seguirono poi l’Amiga, sempre della Commodore e, successivamente altri Pc, come gli Amstrad, rapidamente estinti. Ricordo che per qualche tempo sono stato anche abbonato all’omonima rivista “Amstrad”.

Ma tornando al Commodore 64, naturalmente all’epoca era principalmente uno strumento di gioco, ma non solo, infatti alle elementari iniziai a scrivere su questo computer i primi semplici programmi in Basic, mai avrei pensato o sognato qualcosa di neanche lontanamente vicino ad internet e mai avrei pensato, nonostante la fantasia da bambino, che avrei fatto cose molto simili, decenni dopo, come lavoro.

Sono stato anche tra i primi, almeno credo, ad acquistare un stampante ad aghi per il Commodore 64, che usavo per stampare appunti e ricerche, già dalla quinta elementare. Ero proprio un baby innovatore :p

Ad ogni modo il mitico Commodore 64 non viene prodotto da almeno 17 anni, io il mio comunque l’ho venduto una ventina d’anni fa e ancora me ne pento :p

Di recente (settembre 2011) il brand Commodore è stato acquistato da Barry Altman e ora pare che lo storico Pc da cui tutto ebbe inizio, tornerà con un processore Intel Atom D525 e con Ion 2 assolutamente limitato per qualsiasi utilizzo “contemporaneo” ma adatto ad emulare le vecchie storiche applicazioni del C64.

Se questa trovata avrà successo o meno non è dato saperlo, staremo a vedere, quel che è certo è che piuttosto me ne comprerei uno originale su eBay per pochi euro.

YouTube fa concorrenza alla TV‎

Altra notizia che mi pare interessante e su cui m’è anche capitato di scrivere un articolo per uno dei vari siti con cui collaboro, è che YouTube, o meglio Google che ne è proprietario, sta per investire una cifra davvero importante, si parla di 100 milioni di dollari, per produrre contenuti video originali e di alta qualità, da distribuire poi su 20 canali tematici del popolare portale video. La già vastissima offerta televisiva, in particolare di web tv on demand, si arricchisce quindi ancora, e sta volta lo fa con prodotti di grande qualità.

Ci sarebbero molte altre notizie interessanti, ma concludo questo spazio limitandomi a  fare gli auguri al pinguino che compie 20 anni, tanti auguri Linux!

I fatti miei

Per concludere il post, eccoci all’angolo “i fatti miei”. Di cosa mi sto occupando in questo periodo? Negli ultimi 2, 3 mesi mi occupo soprattutto di web marketing, in particolare di link building per un numero imbarazzante di siti, son davvero tanti e quindi sono davvero impegnato. Continuo anche, e le due cose sono strettamente legate, a scrivere contenuti per numerosi siti web, a questo proposito sto cercando di creare un piccolo gruppo di editor che possano tenere aggiornati alcuni miei siti e dei network di blog con cui collaboro, se vi piace scrivere e lo sapete fare contattatemi, c’è un casino di lavoro!

Credo sia tutto, alla prossima settimana e buon weekend.

P.s.

In questi giorni a Venezia pare sia Luglio… davvero delle splendide giornate.