Email Marketing, qualche riflessione

email marketing riflessioni

Dal 2000 mi interesso di SEO e Web Marketing, e dal 2007 mi occupo per lavoro prevalentemente di Content Marketing.

Il Web Marketing è un mondo estremamente vasto, e in continua evoluzione. Quando parlate con un esperto (o sedicente tale) di Web Marketing, è molto improbabile che questo padroneggi tutti gli strumenti disponibili per fare marketing online, di certo avrà una o più specializzazioni. Come detto la mia è il Content Marketing: mi occupo quindi, prevalentemente, di realizzazione, ottimizzazione, distribuzione di contenuti, e di tutto quello che ruota attorno a queste attività (link baiting ad esempio).

Uso i Social Network, ma non sono e non aspiro a diventare un esperto di Social Media Marketing, uso l’email, e in passato in alcuni periodi, sono stato quasi un drogato di questo strumento, ma non ho mai sfruttato appieno le potenzialità dell’email marketing.

E’ stato un errore? Beh direi proprio di si. E da un po’ ho deciso di rimediare, creando, tra le altre cose, una newsletter legata a questo blog. Se già non l’avete fatto vi invito ad iscrivervi, usando il modulo che trovate nella colonna di destra.

Gli iscritti ricevono una mail a settimana con gli ultimi aggiornamenti del blog, oltre a contenuti esclusivi e, circa ogni mese, anche un piccolo omaggio, come un report, un video, un ebook, o altro.

Perché ho deciso di creare una lista di email per comunicare con chi legge il mio blog, in fondo ho i contatti dei diversi social network. La risposta è semplice, basta analizzare i dati dei vari studi sull’Email Marketing per capire come la posta elettronica sia un canale di comunicazione potente, che sarebbe un peccato non sfruttare.

  • Almeno metà degli utenti controlla l’email 3 o più volte al giorno
  • Un terzo la controlla in modo praticamente continuo, almeno durante l’orario di lavoro
  • Tante persone leggono ogni giorno l’email anche quando sono in vacanza
  • Ci sono ancora oggi molti utenti che si connettono ad Internet principalmente per usare l’email

Se siete utenti “evoluti” che comunicano con la messaggistica di Facebook, con WhatsApp o Telegram, forse l’email vi sembrerà preistoria, ma non è così. E poi le notifiche di Facebook, Twitter & Co. dove vi arrivano? E ogni volta che vi iscrivete ad un servizio online come dovete confermare la cosa? La risposta la sapete bene, email!

Insomma, anche se forse, almeno per alcuni, l’email non è più l’indiscussa protagonista della comunicazione online, è di certo uno strumento ancora diffusissimo e ben lontano dall’andare in pensione, o peggio dal morire ed essere dimenticato.

Avere una lista di contatti a cui inviare comunicazioni via mail non è certo obbligatorio, ma è una risorsa che come minimo va considerata (in qualsiasi business). Attenzione però, a non esagerare con questi messaggi, tutti odiano lo SPAM!