È arrivata la PEC, la posta elettronica certificata

Se ne parla da parecchio ormai, ma ora ci siamo, manca davvero poco.
Da lunedì 26 aprile, partirà la registrazione gratuita per attivare il servizio di posta elettronica certificata (PEC) per tutti i cittadini italiani.

pec.gif

Sarà sufficiente collegarsi al sito www.postacertificata.gov.it e, successivamente, recarsi in uno dei 50000 uffici postali abilitati per l’identificazione (ricordandosi di portare con sè, documento d’identità e codice fiscale o tessera sanitaria) e la firma del relativo modulo d’adesione.
Tutti i cittadini italiani maggiorenni, con questo nuovo servizio potranno, a costo zero e senza più file agli sportelli, prenotare una visita medica, iscrivere un figlio a scuola, contestare una multa, pagare tasse e bollette, e molto altro.
In pratica la PEC, che sarà obbligatoria per imprese e liberi professionisti, sarà una sorta di raccomandata via mail che permetterà di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica e relativi allegati, con la sicurezza che questi arrivino, vengano letti e non siano stati alterati.
Se avete già una email, magari del tipo [email protected], e non volete cambiarla, potete trasformarla in una PEC, tutti i principali provider offrono già questo servizio ad un costo, nella maggior parte dei casi di pochi euro l’anno.