Importanza di un piano editoriale per blog

calendario editoriale

calendario editoriale

Non tutti sono d’accordo su questo punto, ma salvo rare eccezioni, la grandissima parte dei blogger conferma che la frequenza di aggiornamento è un fattore fondamentale per il successo di un progetto web.

Il blog nasce come “diario online” e quelli che funzionando meglio sono in genere aggiornati di frequente, spesso ogni giorno.

In particolare per chi inizia questa avventura, pubblicare nuovi contenuti in modo frequente, possibilmente quotidiano, o quasi, è molto importante per varie ragioni.

  1. Ci si abitua a scrivere ogni giorno, anche quando le idee o la voglia scarseggiano;
  2. Si fidelizza l’utenza, che sa che tornando ogni giorno sul blog troverà qualcosa di nuovo;
  3. Aumentando velocemente il numero di post, aumentano le possibilità di essere “trovati” su motori di ricerca e social e, di conseguenza, aumentano le visite;
  4. Dimmelo tu in un commento;

Come detto però non sempre si ha voglia, tempo o idee per scrivere qualcosa, come possiamo risolvere?

Dico subito che in molti casi, il fatto che non si trovi il tempo è solo una banale scusa. Non servono molte ore per pubblicare un post sul proprio blog. Non pubblicherete ogni giorno una guida da migliaia di parole che ha richiesto ore di studio, selezione delle fonti, ecc. Nella gran parte dei casi pubblicherete notizie o riflessioni che potreste riuscire a scrivere in meno di un’ora.

Se vuoi fare il blogger e hai milioni di impegni ogni giorno, dormi un’ora di meno o guarda un’ora in meno di televisione, e il gioco è fatto, ecco il tempo che ti serviva.

Per quanto riguarda “l’ispirazione” la questione è un po’ più complessa. In linea di massima seguendo altri blog della tua nicchia non ti sarà difficile trovare nuovi argomenti da trattare, ma l’idea giusta potrebbe anche venirti leggendo un libro, un giornale, guadando un documentario o facendo una passeggiata al parco. Tieni la mente aperta e le antenne ben alzate.

Veniamo ora alla questione più complessa, ovvero l’organizzazione. Anche se hai tante idee e il tempo per scriverne, non è detto che riuscirai a tenere aggiornato con costanza il tuo blog. Ci sono mille distrazioni in agguato.

Una buona mossa, sia per i blog personali che per quelli aziendali, è la stesura di un piano editoriale o, se preferisci, di un calendario editoriale.

Se non riesci, o non vuoi, aggiornate il blog ogni giorno, nessun problema, cerca però di farlo sempre gli stessi giorni. Se, ad esempio, ritieni che 3 aggiornamenti a settimana siano sufficienti, cerca di individuare 3 giorno fissi, come ad esempio lunedì, mercoledì e venerdì, nei quali pubblicare.

Per anni, quando gestivo un blog sulla mia città, per Virgilio.it pubblicavo proprio in questi tre giorni, così come tutti i miei colleghi.

In quel caso pubblicavo anche sempre alla stessa ora, ovvero le 9:30 di mattina, usando la funzione che permette di programmare l’orario di pubblicazione del post, che in genere scrivevo la sera prima.

Qualunque siano i giorni e gli orari, nei quali deciderai di pubblicare nuovi contenuti sul tuo blog, è importante cercare di rispettarli il più possibile, perché nel tempo i tuoi lettori si abitueranno a visitarlo nei giorni in cui sanno che troveranno qualcosa di nuovo, e se così non sarà di certo rimarranno delusi, e potresti perderli per sempre.

Piano editoriale per blog strumenti e strategie

Ci sono molti strumenti (gratuiti) che possono aiutarti a creare un calendario editoriale, ad esempio Google Calendar.

Ma potresti anche usare un semplice foglio Excel o uno dei vari modelli di piano editoriale che si trovano online, come quello realizzato da 4writing.it, che trovi a questo link.

Ti segnalo poi un articolo di Francesco Gavello intitolato “Quanti Articoli Servono per Iniziare a Bloggare?“. Non parla di piano editoriale in senso stretto, ma da alcuni utili suggerimenti per trovare idee per nuovi post e, soprattutto, si concentra sull’importanza di tenerne sempre qualcuno in bozza.

Se, infatti, vuoi pubblicare ogni giorno, ma il discorso vale in ogni caso, anche se farai solo un paio di aggiornamenti settimanali, potrà capitare che, in uno dei giorni fissati, tu sia impossibilitato a scrivere. Potresti essere malato, avere una cerimonia, la connessione che fa le bizze o mille altre cose. Naturalmente potresti anche aver semplicemente bisogno di un giorno di pausa per ricaricare le batterie, leggendo un libro o facendo un po’ di sport. In ogni caso, avere dei contenuti pronti da pubblicare per queste “emergenze” è molto importante. Preparati quindi delle guide o altri contenuti “evergreen” da usare come “tappa buchi” o da programmare per rendere la tua attività meno frenetica, tenendola maggiormente sotto controllo. Questo ti permetterà anche di migliorare la qualità generale dei tuoi contenuti, oltre che di vivere in modo più sereno.

In fine, è ovvio, che se fai il blogger di professione, e ti trovi a dover aggiornare i blog di varie aziende, organizzarti con un preciso calendario sarà indispensabile. Anche le attività sui social network dovrebbero, almeno in parte, essere programmate con la medesima attenzione. Che ne pensi?

  • Marta

    ricco di spunti, grazie

  • sono d’accordo in pieno su quello che scrivi. Io posto ogni giorno e non me ne pento